0825 1912258

Via Molinelle 3, 83024 Monteforte Irpino (AV)

Lun - Ven 9.00 - 19.00

Accedi | Registrati

Prodotti e SoluzioniBlogAssistenza
Carrello
0
Articolo
Quantità
Prezzo
Carrello vuoto

Novità fatturazione elettronica: ecco cosa cambia dal 1° Agosto

2 anni fa

6 minuti

256 letture

Novità fatturazione elettronica- dal 1° Agosto le procedure di fatturazione elettronica sono state modificate definitivamente con l’introduzione di nuovi codici di controllo. Scopri di più.

 

 

Tutti quelli che hanno a che fare con le fatture verso la Pubblica Amministrazione sapranno che si è cominciato a parlare delle novità fatturazione elettronica già dal 9 Maggio 2016, data dell’entrata in vigore dei nuovi codici di controllo per la fatturazione elettronica. Nell’articolo di oggi proveremo a capire cosa ha spinto la PA a fare questi cambiamenti, quali sono i tempi e in che modo influenzeranno l’invio dei file.

 

Caratteristiche della fattura PA

Prima di imbatterci nelle novità fatturazione elettronica è importante ricordare che ai sensi dell’Art. 21, comma 1 del DPR 633/72, la fattura PA è l’unica tipologia di fattura accettata dalle amministrazioni, pertanto è importantissimo capire di che si tratta.

La fattura PA non è altro che una fattura elettronica con le seguenti caratteristiche:

  • Deve essere in formato XML (l’unico formato accettato dal sistema di interscambio).
  • L’integrità e l’autenticità devono essere garantiti dalla firma digitale qualificata di chi sta emettendo la fattura
  • L’invio è legato alla presenza del codice identificativo univoco dell’ufficio destinatario della fattura riportato nell’ Indice delle Pubbliche Amministrazioni

 

 

Novità fatturazione elettronica: perché?

L’introduzione di ulteriori controlli è dovuto al bisogno di superare diverse criticità emerse dall’osservazione del sistema di fatturazione. L’obiettivo è quello di perfezionare il processo al fine di garantire un maggiore controllo sui file trasmessi.

 

Quando?

Come anticipato precedentemente le novità fatturazione elettronica sono entrate ufficialmente in vigore il 9 Maggio 2016, a partire da questa data, dunque, sono state introdotte tutta una serie di verifiche sui dati trasmessi al sistema di interscambio. Tali trasformazioni, a partire dal 1° Agosto, non consentiranno più alcuna deroga, infatti, i file non adeguati al nuovo regime saranno rifiutati.

 

Come?

Dopo aver capito il motivo di tale cambiamento e precisato le tempistiche è importante comprendere in che modo agiranno queste novità fatturazione elettronica.

In sostanza i codici di controllo sono chiamati così in quanto avranno il compito di verificare le informazioni riportate all’interno di un campo specifico. Ecco alcuni esempi:

Codice 00419: Controllo corrispondenza Dati Riepilogo e aliquote IVA

Codice 00420: Controllo Esigibilità IVA e Natura

Codice 00421: Controllo corretto calcolo dell’Imposta

Codice 00422: Controllo corretto calcolo dell’Imponibile Importo

Codice 00423: Controllo corretto calcolo del Prezzo Totale

Codice 00424: Controllo valore Aliquota IVA

Codice 00425: Controllo presenza caratteri numerici nel campo Numero fattura

L’elenco completo di tutti i codici è disponibile su www.fattura.gov.it

 

Come restare aggiornato sulle novità fatturazione elettronica?

Se sei un professionista che ha necessità di utilizzare questo sistema di interscambio con la PA, non puoi fare a meno di uno strumento professionale, moderno e soprattutto aggiornato alla normativa. Per aiutarti ti proponiamo Fatturo il nostro software per la fatturazione cartacea e PA, naturalmente comprende tutti i codici controllo richiesti ed è disponibile in versione trial… che aspetti a provarlo?