0825 1912258

Via Molinelle 3, 83024 Monteforte Irpino (AV)

Lun - Ven 9.00 - 19.00

Accedi | Registrati

Prodotti e SoluzioniBlogAssistenza
Carrello
0
Articolo
Quantità
Prezzo
Carrello vuoto

Topografo

Modulo T

Topografia generale e catastale

 
€ 349,00 +IVA € 499,00 +IVA
Acquista Provalo gratis

Topografia generale e catastale

Prerequisiti Modulo T: nessuno

Il modulo base sul quale installare poi tutti gli altri (M,D,P,N…). CAD topografico e funzioni base, importazione misure da stazioni totali e gps, gestione Pregeo e Frazionamenti.

Inserimento misure

Ci sono diverse possibilità di inserimento: manuale da tastiera, manuale dal CAD, tramite file ASCII liberamente configurabile, da file DXF/DWG e da registratore dati. Topografo supporta i più diffusi registratori di campagna e controller GPS (Sokkia, Topcon, Nikon, Geomax, Trimble, Leica, ecc.). Per chi ne ha la necessità è possibile ottenere funzioni di importazione/esportazione personalizzate. Sono inoltre disponibili procedure per la conversione dei file nei formati originari degli strumenti e per il ricarico negli strumenti stessi. Attraverso le mappe di Google o Bing è possibile simulare un rilievo GPS e importare le coordinate rilevate direttamente in Topografo.

Caratteristiche del rilievo

  • Interfaccia multi-libretto senza nessun limite per i libretti delle misure inseriti e con operazioni di duplicazione, somma e cancellazione degli stessi
  • Nessun limite per i punti del rilievo.
  • Non esiste un limite per il numero delle stazioni celerimetriche create.
  • Non esiste un limite per le basi G.P.S.
  • Non esiste un limite per il numero degli allineamenti.
  • Da una stazione celerimetrica si possono lanciare tutte le stazioni che si vogliono.
  • Le stazioni celerimetriche devono essere collegate tra loro o con misura di andata e di ritorno, o con sola misura di andata, in questo secondo caso devono avere almeno un punto rilevato in comune, oppure avere due o più punti in comune in modo che il programma possa orientarle tramite intersezione inversa 2D e 3D o apertura a terra.
  • I punti degli allineamenti (partenza e orientamento) devono essere rilevati: dalle stazioni, da allineamenti precedenti, tramite baseline o da punti noti in coordinate.
  • Vengono calcolate le coordinate assolute con l’impostazione delle coordinate di origine.
  • Vengono corretti gli errori di curvatura e rifrazione.
  • Il rilievo viene automaticamente inquadrato sulla base dei punti di inquadramento inseriti
  • Le misure G.P.S. (Baseline o punti Lat. Long.) vengono trasformate su sistemi Cartesiani (piano CAD) utilizzando varie opzioni sia in planimetria che altimetria: Sistema locale, sistema ETRS89/WGS84, Gauss Boaga, Cassini Soldner, ecc.. Per l’altimetria è possibile scegliere tra diversi modelli di ondulazione del geoide (costante, EGM96/2008, Italgeo dei gligliati, personalizzato).
  • Nell’elaborazione delle misure G.P.S. è previsto l’utilizzo dei grigliati Verto

E’ possibile orientare automaticamente la stazione di partenza (e quindi tutto il rilievo) e le stazioni celerimetriche in genere su dei punti noti rilevati ad esempio tramite GPS.

Elaborazione del rilievo

Elaborazione della celerimensura con calcolo e visualizzazione degli scarti sui punti iperdeterminati. Elaborazione delle baseline e dei punti Lat. Long. su sistema locale, su sistema UTM con impostazioni separate tra planimetria e altimetria. Utilizzo dei grigliati Verto. Il programma esegue un controllo preliminare di tutti i dati del libretto e evidenzia eventuali incongruenze o differenze di misure oltre le tolleranze impostate. Compensazione rigorosa ai minimi quadrati (planimetrica e altimetrica) con calcolo e visualizzazione delle ellissi di errore. Tutti i passaggi dell’elaborazione, comprese le misure oltre tolleranza e gli eventuali errori, vengono inseriti nel “Rapporto di elaborazione” che potrà essere visionato in ogni momento.

  • Vengono gestite automaticamente le letture capovolte e le letture multiple ed è possibile tener conto degli errori di curvatura e rifrazione;
  • Vengono automaticamente riconosciuti gli schemi di intersezione diretta, inversa, apertura a terra (multipli e no) durante l’elaborazione della celerimensura;
  • E’ possibile risolvere e compensare le poligonali topografiche sia chiuse che vincolate agli estremi;
  • E’ possibile escludere selettivamente le varie misure per ricercare gli eventuali errori;
  • Nella celerimensura è possibile trattare separatamente planimetria e altimetria escludendo separatamente le 2 misure;

Dopo l’elaborazione è possibile mantenere un collegamento dinamico tra grafica e libretto, ad ogni modifica dei punti nella grafica corrisponde un ricalcolo delle misure nel libretto, e ad ogni modifica delle misure nel libretto corrisponde ad un ricalcolo delle coordinate nella grafica.

Calcoli topografici

Topografo permette di elaborare diversi schemi topografici tra cui:

  • Intersezione multipla in avanti (anche da stazioni non consecutive);
  • Snellius-Pothenot (multiplo);
  • Apertura a terra multipla;
  • Intersezione multipla inversa 3D;

E’ possibile determinare nuovi punti topografici generici in corrispondenza delle entità CAD disegnate. I punti così determinati potranno poi essere collegati a basi GPS, stazioni o allineamenti a scelta generando in automatico le misure di campagna e aggiornando il libretto delle misure. Procedure geometriche specifiche (COGO) consentono di calcolare nuovi punti topografici in corrispondenza di punti particolari (punto medio, punto su intersezione, punto su proiezione, punto a squadro, ecc…)

Ai vari punti è possibile associare delle risorse grafiche come immagini o monografie. La quota dei punti può essere determinata: manualmente, dal piano di lavoro impostato o dall’eventuale modello 3D sottostante. Attraverso l’utilizzo dei codici di punto è possibile modificare le caratteristiche grafiche dei singoli punti (simbolo, descrizione, layer, colore, ecc..) e, associando i codici di controllo, disegnare automaticamente linee e polilinee.

E’ possibile tracciare direttamente in grafica le poligonali topografiche presenti nel libretto.

Divisione aree

Il programma consente di imporre il valore dell’area da staccare da una particella e calcola automaticamente la dividente. Quest’ultima può essere parallela, perpendicolare ad una direzione data o passante per un punto noto.

Una particella da dividere può essere suddivisa in sotto-zone del valore economico diverso (edificabile, agricolo, ecc…) e il programma, con una apposita procedura, terrà conto anche del valore.

 

Catasto e Pregeo

Topografo è compatibile con Pregeo 9/10, è in grado di importare i file dati (DAT e PDF) e i libretti contenuti nell’archivio di Pregeo. Qualsiasi rilievo creato in Topografo può essere esportato su Pregeo (anche in maniera parziale) con la creazione delle righe di tipo 0 e 9 e con l’aggiornamento automatico dell’archivio, in pratica tutti i file esportati con il programma sono pronti per essere elaborati in Pregeo.

Il software dispone di una procedura per la verifica automatica della normativa Catastale. E’ possibile confrontare le distanze dei PF con la TAF memorizzata o con l’archivio delle misurate. E’ pienamente supportata la creazione, modifica e gestione grafica dei contorni delle particelle e/o dividenti.

E’ possibile compilare in automatico la relazione tecnica partendo da dei modelli personalizzabili a campi variabili o da dei blocchi relazione già impostati.

E’ possibile creare direttamente dalla grafica i Punti Vertice e Direzione e la creazione automatica delle righe tipo 8 anche per i punti ausiliari.

Sono direttamente supportate tutte le tipologie di aggiornamento previste da Pregeo 10 e la scelta è facilitata da descrizioni e immagini accessibili direttamente dall’interno del programma. Se si utilizza Pregeo 10.60 il programma dispone già delle maxi-tipologie previste per questa versione.

Il programma permette la compilazione direttamente nel CAD del modello censuario attingendo automaticamente ai dati delle particelle inserite nell’estratto digitale (EMP) eventualmente caricato e dalle particelle della proposta di aggiornamento. Una procedura automatica confronta la correttezza formale del modello inserito e compensa le eventuali differenze di superficie.

La TAF e le misurate sono scaricabili direttamente da Internet ed è possibile consultare la monografia di un punto selezionandolo direttamente dalla grafica.

E’ possibile visionare, modificare e cancellare i libretti contenuti nell’archivio Pregeo.

Il programma dispone di una procedura per la ricerca automatica dei punti fiduciali nell’intorno di un determinato punto.

Estratti di mappa digitali (EDM)

Il programma permette di importare gli estratti di mappa rilasciati dall’Agenzia del Territorio (File EMP) e di sovrapporli al rilievo eseguito, vengono riconosciute tutte le entità compresa la mappa raster.

E’ possibile intervenire direttamente sulla Ditta delle particelle caricate, creare eventuali stralci di estratto e aggiornare automaticamente Pregeo.

Comandi specifici permettono di orientare ed adattare il rilievo all’estratto digitale per frazionare poi lo stesso e redarre la proposta di aggiornamento. I punti non adattati vengono evidenziati nella grafica.

Topografo importa direttamente la proposta di aggiornamento e consente di compilare il modello censuario in modalità interattiva. Il modello può essere poi esportato direttamente su Pregeo.

Trasformazione delle coordinate

Il programma dispone di funzioni di rototraslazione rigide con o senza variazione di scala permettendo così di effettuare inserimenti cartografici dei rilievi di campagna. Allo stesso modo è possibile unire tra loro rilievi aventi 2 o più punti in comune. I punti da utilizzare nelle rototraslazioni possono essere importati direttamente da un archivio punti topografici incluso. Esistono comandi specifici per individuare i PF all’interno di un libretto Pregeo e la successiva rototraslazione su quest’ultimi.

Funzioni specifiche permettono di trasformare rilievi di facciate in rilievi piani sui quali è possibile disegnare la facciata o sovrapporre immagini raster.

Per quasiasi entità CAD o topografica è possibile eseguire la conversione tra sistemi di coordinate o in maniera approssimata attarverso le formule di Molodensky, o in maniera rigorosa utilizzando i grigliati Verto. Sono supportati i sistemi Gauss Boaga, UTM-ED50, ETRF89 e ETRF2000.

Immagini raster

Topografo consente di caricare nel CAD più immagini contemporaneamente ognuna su un layer diverso e nei formati più diffusi. Le immagini possono poi essere spostate, ruotate e ritagliate a piacere.

Le immagini caricate nella grafica possono sempre essere utilizzate in combinazione con le funzioni del CAD per la digitalizzazione a video. Sono supportati gli zoom per poter cogliere con precisione i dettagli ed è presente anche una finestra di zoom real time per poter vedere contemporaneamente al movimento del mouse l’area in prossimità del cursore ingrandita.

Mappe da internet e Google Earth

Qualsiasi rilievo creato con il GPS può essere facilmente esportato su Google Earth con la sovrapposizione di tutte le entità CAD inserite nel lavoro comprese le immagini raster. Inoltre è possibile inserire all’interno del CAD le immagini satellitari recuperate da Internet.

Un comando specifico consente di leggere i dati altimetrici forniti dalle mappe di Google Earth e creare dei DTM del terreno su zone a scelta. Non ultimo, un’utility specifica permette di leggere direttamente da Google le coordinate di punti a scelta e inserirli automaticamente all’interno del libretto delle misure.